#ManicureRussa
Tempo di lettura - 3 min
Аutore:
Angelica Oglobyak

Ricostruzione unghie gel: passaggi, vantaggi e svantaggi

Unghie intatte anche dopo due settimane, lucide e perfette come il primo giorno della manicure: con la ricostruzione in gel è possibile ottenere questo risultato. Il successo del trattamento non è legato solo alla sua resistenza, però: come dice la parola stessa, si tratta di una “ricostruzione”, che permette quindi di intervenire anche sulle unghie rotte, corte o danneggiate. È una tecnica versatile che si può eseguire con diverse tipologie di prodotti: gel, acrilico e acrygel. 

In questo articolo ti parlerò della ricostruzione, partendo dalla sua definizione e analizzando tutti i passaggi necessari per eseguirla. Sono Angelica Oglobyak, onicotecnica specializzata e fondatrice della Nails Secrets Academy, e ti aiuterò a soddisfare la tua curiosità sul tema, dandoti anche alcuni utili consigli nel caso tu sia interessata ad apprendere la ricostruzione per fini professionali.

Che cos’è la ricostruzione unghie in gel?

Prima di proseguire, è utile soffermarci su alcune definizioni. Spesso, infatti, si parla in modo alternativo di ricostruzione e unghie gel, ma è bene precisare che la ricostruzione unghie è la tecnica, mentre il gel è uno dei materiali che si possono usare per effettuarla. Quando parliamo di ricostruzione, quindi, ci riferiamo a qualunque procedimento che permetta di allungare le unghie naturali, come abbiamo già accennato, e che può essere effettuato a fini puramente estetici, ma anche per rendere uniformi unghie di lunghezze diverse o rovinate, come può accadere, per esempio, a chi soffre di onicofagia.

Il gel, invece, è il più popolare dei materiali per la ricostruzione. Si tratta di un prodotto inodore dalla consistenza viscosa, che deve essere polimerizzato con una lampada UV o LED dopo l’applicazione sulle unghie. Il risultato è una manicure estremamente resistente, lucida, ma che può avere anche un aspetto molto naturale, soprattutto con gel di alta qualità e grazie alle mani di onicotecniche e nail artist esperte. Per applicarlo, infatti, servono buona manualità e pratica, e per rimuoverlo è necessario usare la fresa elettrica.

Per ricostruire le unghie si possono usare anche l’acrilico o l’acrygel. Il primo è una polvere che va mescolata a un liquido per poi essere modellata sulle unghie naturali o sulle cartine, mentre il secondo è una combinazione di gel e acrilico.

Vantaggi e svantaggi della ricostruzione unghie gel

Da molti anni, ormai, il gel per ricostruzione unghie è un trend stabile, in ambito beauty. Tantissime donne in tutto il mondo ne apprezzano i vantaggi, sia a livello pratico, che nella resa visiva. Ma quali sono i vantaggi della ricostruzione? Vediamoli insieme.

Di certo, uno dei motivi che ha contribuito alla diffusione di questo trattamento è poter avere mani molto curate anche con le unghie fragili. La manicure con semipermanente, che ha ugualmente un’ottima durata e resistenza, infatti, non offre lo stesso risultato. Se le unghie tendono a sfaldarsi o spezzarsi, la ricostruzione è il metodo migliore. L’unghia con ricostruzione è molto più forte, soprattutto quando ha una lunghezza media, che permette di svolgere le normali attività quotidiane senza preoccupazioni.

Quali sono, invece, gli inconvenienti delle unghie con ricostruzione gel? In tante si chiedono se il gel (o l’acrilico e l’acrygel) rovinino le unghie: la risposta generale è no, ma bisogna approfondire l’argomento. Il trattamento, di per sé, non è dannoso. Se l’applicazione e la rimozione sono effettuate da professionisti esperti, infatti, non si corrono rischi. In particolare, è la fase di rimozione con la fresa elettrica che necessità di grande attenzione. La fresa, infatti, nelle mani di una persona inesperta, potrebbe danneggiare il letto ungueale. Può succedere, inoltre, che le unghie molto fragili si indeboliscano ulteriormente. Per questi motivi, quindi, bisogna sempre evitare il fai da te e rivolgersi a onicotecniche e nail master professioniste, che conoscono a fondo le tecniche per la cura delle unghie.

Ricostruzione unghie gel: passaggi e strumenti necessari

È arrivato il momento di dedicarsi alla tecnica di ricostruzione, per capire come vengono realizzate le unghie gel, con quali materiali e strumenti. I passaggi, che riprenderemo più avanti, sono:

  • preparazione delle unghie naturali
  • inserimento e la direzione della nail form
  • creazione di lunghezza e forma
  • limatura
  • rinforzo delle unghie naturali
  • colore/nail art
  • rifinitura e trattamento finale.

Occorrente per la ricostruzione unghie

Iniziamo con un’indicazione che potrebbe sembrare scontata, ma che preferisco ribadire: prima di acquistare, accertati della provenienza, leggi le etichette e verifica che tutti i prodotti siano di alta qualità.

In questo elenco troverai tutto ciò che serve per la ricostruzione delle unghie in gel:

  • lampada UV/LED per polimerizzare il gel
  • disinfettante per mani
  • lima per unghie
  • buffer per la levigatura dell’unghia naturale e la limatura finale
  • cleaner per sgrassare l’unghia
  • tips per allungamento
  • colla per tips
  • cutter per tips
  • primer, che favorisce l’adesione del gel alle unghie naturali
  • gel per ricostruzione
  • olio per cuticole
  • crema idratante mani
  • frese per unghie e aspiratori
  • poggiamani

Per realizzare delle nail art particolari, potresti aver bisogno anche di stikers, smalti decorativi a punta fina, applique (strass, paillette, brillantini), gel 3D e formine.

Tutti i passaggi della ricostruzione unghie gel

Preparazione delle unghie naturali

La preparazione delle unghie è fondamentale per la buona riuscita della ricostruzione. Possiamo scegliere una manicure classica o una dry manicure, a seconda delle preferenze, usando, quindi, lime e tronchesine oppure la fresa elettrica. L’unghia deve essere pulita dalle cuticole e opacizzata, in modo da assicurare una migliore tenuta, poi trattata con un prodotto che elimini ogni residuo di polvere e oli, e un primer che migliorerà l’aderenza dei prodotti usati per la ricostruzione.

Inserimento e direzione delle nail form

Per definire le forme nella ricostruzione unghie utilizziamo le nail form, ovvero le cartine, che presentano linee guida in base alle quali effettueremo tagli di profondità e laterali per poter liberare i valli laterali. Dopo aver posizionato le nail form in asse con la con la prima falange del dito, ne verifichiamo l’inclinazione e le chiudiamo, facendo combaciare perfettamente le ali inferiori.

Creazione di lunghezza e forma

Sulle nail form posizionate e chiuse, applichiamo un sottile strato di base gel per l'adesione, prima di iniziare con l'allungamento vero e proprio, realizzando la curvatura a C e la dorsale. Polimerizziamo in lampada, poi rimuoviamo le nail form.

Limatura

A questo punto, possiamo usare la lima o la fresa elettrica per definire il bordo libero delle unghie, dando loro la forma desiderata. Sgrassiamo e rimuoviamo ogni residuo, poi procediamo con la ricostruzione gel.

Rinforzo delle unghie naturali

Posizioniamo una pallina di prodotto al centro dell’unghia e muoviamo il pennello verso la punta, trascinando un po’ di gel: questo passaggio, effettuato con attenzione, permetterà di creare una dorsale forte, renderà le unghie resistenti agli urti ed eviterà che il gel possa creparsi.

Applicazione del colore o della nail art

A questo punto della ricostruzione unghie gel, abbiamo definito forma e lunghezza. Dobbiamo quindi passare a stendere il colore o realizzare la nail art desiderata.

Rifinitura e trattamento finale

L’ultimo passo consiste nell’applicare un gel finish per proteggere le unghie con ricostruzione e garantire che durino a lungo. A seconda del prodotto che impieghiamo, potrà essere necessario pulire l’unghia con un cleaner, prima di applicare l’olio per cuticole e la crema idratante per le mani.

Cosa serve per fare la ricostruzione unghie in gel a casa

Tutto questo parlare di gel, unghie, ricostruzione, di sicuro ti ha fatto venire in mente una domanda: è possibile realizzare questa tecnica in casa? E cosa occorre?

Naturalmente sì, è possibile. Strumenti e prodotti sono gli stessi che abbiamo indicato nei paragrafi precedenti. Per eseguire un'ottima ricostruzione unghie gel, però, non è sufficiente seguire un tutorial online e dotarsi di lampade, gel costruttore monofasico, cartine e fresa. la verità è che, purtroppo, non è possibile imparare da autodidatti: perderai tempo a sperimentare, e potresti danneggiare le tue unghie o quelle di altre persone.

Un corso di formazione, anche online, potrebbe essere la soluzione. La formazione online, come quella del nostro Corso Gel Master, ti fornisce le competenze base e ti porta gradualmente verso lo sviluppo di un’ottima manualità, grazie anche al supporto dei docenti e di tutto il gruppo di studenti.

Impara a fare unghie da salone perfette!

Iscriviti al corso online sulla ricostruzione unghie.

Domande Frequenti

Come scegliere la lampada per la ricostruzione unghie?

Esistono lampade a UV, LED o ibride, di grandezza e potenza differenti. Per iniziare, una di piccole dimensioni può essere sufficiente (ne esistono alcune che si possono collegare tramite presa USB anche al computer), ma per fini professionali è bene optare per un prodotto più grande e potente: 36 Watt di potenza permettono di polimerizzare il gel in due minuti. La tipologia ibrida, inoltre, offre risultati migliori.

I gel per ricostruzione unghie sono tutti uguali?

Sul mercato esistono varie tipologie di gel unghie, colorati o trasparenti, ad alta o bassa viscosità. Inoltre, i gel si suddividono in monofasici e trifasici: nella prima categoria troviamo prodotti tre in uno, mentre nell’altra abbiamo prodotti separati, ognuno con la propria funzione: base, struttura e top coat.

Forme unghie ricostruzione: quali sono?

Le unghie ricostruite possono essere di varie forme. Tra quelle da salone abbiamo il quadrato, il quadrato morbido, le unghie a ballerina, l’ovale, la mandorla.

Per ognuna di queste forme, bisogna studiare le regole di posizionamento della cartina e della limatura.

Quanto costa la ricostruzione delle unghie con il gel?

Come per altri trattamenti, anche per la ricostruzione unghie gel i prezzi sono variabili e dipendono da molti fattori, come l’esperienza e il nome del salone, o i prodotti utilizzati. Per ricostruzioni gel con nail art molto particolari, si può arrivare anche oltre i 100 euro a seduta.

Quanto dura la ricostruzione unghie in gel?

L’unghia con ricostruzione è molto più resistente rispetto all’unghia naturale. La durata di questo trattamento, infatti, è di circa tre o quattro settimane. Inoltre, c’è la possibilità di effettuare il refill, ovvero il riempimento della ricrescita, dopo tre settimane.

 Leggi anche

Che cose la manicure russa?
Tutto cio` che devi sapere sulla manicure russa
Refill della manicure: di che cosa si tratta?
Che cos'è la Kombi manicure?
Come fare la ricostruzione in gel
Ricostruzione mandorla unghie